SONY DSC

L’evoluzione di una margotta dinamica.

Margotta dinamica eseguita il 29 maggio 2011.

La stessa margotta fotografata il venti giugno. Dopo tre settimane si notano già diverse radici.

Sono trascorsi 27 giorni dal momento in cui era stata fatta la margotta. Da un ulteriore controllo ho notato che si son prodotte molte radici, per cui –oggi 25 giugno- ho deciso di separarla dalla pianta madre.

Da un ulteriore controllo, la margotta ha prodotto una gran quantità di radici per cui decido di separarla dalla pianta madre.

La margotta è stata separata dopo soli 27 giorni!

Con il seghetto è stato tagliato il moncone del tronco il più vicino possibile sotto le radici.

L’Amorpha fruticosa è stata trapiantata in un grande vaso di coltivazione con del buon terriccio ricco di humus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.