PENSIERO DELLA FLAUTISTA FEDERICA LOTTI.

La scoperta di un bellissimo luogo, come sospeso dal fluire del tempo. Un angolo baciato dal sole collocabile in un qualsiasi spicchio di mondo.
Mi ha conquistato subito fin dalla prima volta il “Giardino Bonsai della Serenità” di Armando e Haina.
E’ un posto magico che ti allontana dai ritmi convulsi e dalle brutture per avvicinarti ai suoni più interiori, alle risonanze gentili e profonde che il solo guardare queste piccole ma potenti sculture fatte di tronchi e foglie e frutti minuscoli fa affiorare dal di dentro a chiunque si sappia avvicinare loro con rispetto e delicatezza.
E’ un misto di stupore e di curiosità davanti alla forza della natura ed alla tecnica dell’uomo quello che si prova nel Giardino, una malìa dolce che ti attira e che ti chiede di saperti fermare, saper osservare, saper ascoltare.
E così, una musicista come me ha sentito il desiderio di tornare a suonare lì, in mezzo a tutta quella bellezza, quasi a cercare di farne parte, assorbirne la serenità ed effonderla attraverso il suono del mio flauto. Come una fontana di suoni.
Uno sguardo al Giardino Museo Bonsai della Serenità

2 pensieri su “PENSIERO DELLA FLAUTISTA FEDERICA LOTTI.

  1. Armando

    Domenica 17 aprile 2011 la flautista Federica Lotti proporrà due interventi musicali (15,30 e 16) durante il pomeriggio di visita al “Giardino Museo Bonsai della Serenità” sito nel centro storico di Tarzo (TV) dei Maestri Armando e Haina Dal Col.

    Rispondi
  2. Armando

    Sicuramente sarà un appuntamento da non mancare per quanti amano “immergersi” nell’atmosfera intrisa di filosofia Zen del Giardino Bonsai, ascoltando nel frattempo le dolci melodie della flautista Federica Lotti,
    Armando

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *